Palermo, tripletta Hernandez Cagliari perde con Ajaccio

in

ROMA, 31 luglio - Non solo le big Roma e Milan, che hanno pareggiato per 1-1 nelle amichevoli europee contro Bordeaux e Arsenal. Questo sabato è stato ricco di sfide per le formazioni di serie A. Ecco le cronache di tutte le amichevoli:


CHIEVO - FERALPI SALO' 3-1

Nell'ultimo impegno amichevole di San Zeno di Montagna, il Chievo si impone per 3-1 sul Feralpi Salò. Pioli schiera un 4-3-1-2 con Sardo, Morero, Cesar e Jokic in difesa; Iori, Luciano e Marcolini a centrocampo con Sbaffo trequartista dietro alle punte De Paula e Pellissier; Sorrentino tra i pali. Al 4' apre le marcature il brasiliano De Paula, all'8' il raddoppio di capitan Pellissier. Sul finire del primo tempo il Feralpi Salò accorcia le distanze su rigore con Quarenghi. Del difensore Rickler nella ripresa il tris per il Chievo.


CAGLIARI-GAZELEC AJACCIO 2-3

 Il Cagliari soffre e perde 3-2 nell'amichevole giocata ad Arbus contro i corsi del Gazelec Ajaccio, squadra militante nel campionato di Quarta Serie, e reduce da un prestigioso successo in Francia sul Montpellier, formazione di Ligue. Per la squadra allenata da Bisoli, che si è lasciata alle spalle l'ultima amichevole con il Bastia finita in rissa con gara sospesa a un quarto d'ora dalla fine, un buon primo tempo con un Matri già in forma campionato e autore della doppietta del momentaneo 0 a 2. Poi è arrivata una ripresa decisamente sotto tono con i corsi che hanno rimesso a posto una partita che sembrava già persa arrivando addirittura al clamoroso sorpasso. Assenti nellla formazione iniziale del Cagliari il portiere Marchetti, sempre più vicino all'addio, Nenè e Agostini. Nel primo tempo il nuovo mister rossoblù ha sperimentato la formula ad "albero di Natale" con il doppio trequartista Cossu e Pinardi dietro l'unica punta Matri. Una formula che sembrava aver dato buoni risultati: sono stati proprio loro due a fornire gli assist dei gol per Matri, bravo a trasformare in gol, al 31' e al 41' i deliziosi inviti. Nella ripresa il Cagliari ha cambiato faccia con le sostituzioni e in sette minuti si è fatto raggiungere e sorpassare dall'Ajaccio. Un crollo improvviso con tre gol dei francesi in sei minuti: al 19' Boesso, al 21' autorete di Dametto e al 24' Kominan. Inutile l'assalto finale del Cagliari con occasioni gol per Larrivey e Ragatzu.


UDINESE-SANVITESE 2-1

L'Udinese non è andata oggi oltre uno striminzito 2-1 nell'amichevole contro la Sanvitese, un avversario potenzialmente eguale ai precedenti sparring partner. Ma il risultato non deve trarre in inganno. La squadra di Guidolin, che ha mandato in campo due formazioni distinte, la prima disegnata con il 3-4-3, la seconda con il 4-3-1-2, ha sbagliato almeno dieci palle gol. Soprattutto nella ripresa ha schiacciato l'avversario nella propria area e la Sanvitese si è salvata anche grazie ad alcuni ottimi interventi del suo portiere, uno davvero miracoloso al 35' su un bolide al volo di Floro Flores. Ancora una volta è piaciuto Cuadrado, veloce, rapido, bravo anche nelle conclusioni e un suo tiro da venti metri si è insaccato all'incrocio. Nel secondo tempo a ridosso delle due punte, Floro Flores e Belleck, ha agito Pinzi, con Candreva che è stato spostato in quello che Guidolin considera il suo ruolo più naturale, mezzala. I bianconeri hanno cercato ripetutamente il bersaglio, ma al momento di concludere hanno steccato, anche perchè di questi tempi le gambe sono appesantite dal duro lavoro e i piedi sono tutt'altro che morbidi. Note positive riguardano Zapata, impeccabile su ogni pallone, Candreva, Badu. Udinese batte Sanvitese 2-1 (2-1).


BRESCIA-MONTICHIARI 1-0

Una punizione di Cordova è stata sufficiente al Brescia per piegare la resistenza del Montichiari, formazione neo promossa in Seconda Divisione. Dopo un primo tempo caratterizzato dal palo colpito da Negrello per il Montichiari, e da due “legni” (una traversa e un palo) di Caracciolo, la squadra di Iachini è riuscita a passare al 13’ della ripresa con una punizione pennellata dal cileno Cordova che infila Gambardella nell’angolino in basso a destra. Al 19’ grande conclusione di Taddei da fuori area e ottima respinta del portiere rossoblu in angolo.


PALERMO-RAD BELGRADO 3-1

Meritato successo del Palermo allenato da Delio Rossi, che oggi pomeriggio alla Jacques Lemans Arena di St. Veit ha sconfitto 3-1 il RAD Belgrado. Mattatore del match l’attaccante Abel Hernandez, autore di una splendida tripletta. Dopo le fasi di studio iniziali, al 3’ ci prova Liverani con un mancino da fuori area ma Borjan blocca la sfera. Sei minuti dopo, suggerimento di Maccarone per Hernandez che cerca la porta ma respinge Lekovic. Al 15’ ancora buona occasione per i rosanero con Hernandez che brucia sul tempo Pajovic ma spreca da posizione favorevole. Al 20’ Pastore di testa scheggia il palo sul traversone dalla destra di Nocerino. Due minuti dopo, è lo stesso numero 23 rosanero ad andare alla conclusione a rete impegnando Borjan alla parata in due tempi. Al 27’ strepitoso gol di Abel Hernandez che fulmina Borjan con un sinistro imprendibile da posizione molto angolata. Sei minuti più tardi, il numero 9 del Palermo raddoppia, su assist di Nocerino, realizzando ancora col piede mancino. Al 37’ è sempre lo scatenato Hernandez ad andare a segno, questa volta con il destro, al culmine di una deliziosa azione personale. Al 35’ del secondo tempo la formazione serba accorcia le distanze con la conclusione vincente di Milivojevic. Cinque minuti più tardi Acquah sostituisce Nocerino.


Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160