Rispondi al commento

user warning: Table 'c109agcalcio.d6_wysiwyg' doesn't exist query: SELECT * FROM d6_wysiwyg in /var/www/sites/all/modules/wysiwyg/wysiwyg.module on line 538.

Incontro Agnelli-Del Neri. Buffon: «Il tecnico resti»

in

TORINO, 28 febbraio - Lungo faccia a faccia oggi nella sede della Juventus tra il presidente Andrea Agnelli, l'amministratore delegato Beppe Marotta, il consigliere Pavel Nedved e l'allenatore Gigi Del Neri. Nell'incontro, che si è svolto al termine delle riunione del Cda del club, i vertici bianconeri hanno esaminato con il tecnico la situazione della squadra alla luce del crollo con il Bologna di sabato sera, ribadendogli la fiducia e allo stesso tempo la necessità di una immediata inversione di tendenza.


BUFFON DIFENDE DEL NERI - Nonostante il periodo negativo che sta attraversando la sua squadra e il suo allenatore, il portiere della Juventus, Gigi Buffon, ritiene che si debba continuare con l'attuale tecnico Del Neri: «Penso che debba restare - ha detto il giocatore bianconero, intervenuto a Milano per la presentazione di un torneo giovanile - il progetto dava piena fiducia all'allenatore, è giusto che resti fino alla fine della stagione». Buffon ha spiegato che «quando si va in campo al di là che una persona stimi o meno l'allenatore, ognuno fa il suo lavoro, quello per il quale si viene pagati. Gli altri problemi restano fuori dal campo. Tutti i giocatori hanno stima di Del Neri, fino alla vittoria contro l'Inter si parlava di una bella stagione». Per il futuro bisognerà aspettare la fine del campionato: «meglio affrontare ogni partita come se fosse una finale. I conti li faremo tra due mesi e penso che chi dovrà tirare le somme non saranno i giocatori».


L'OTTIMISMO - «Bisogna cercare di andare in campo - ha proseguito Buffon - senza quell'aria da funerale che di solito accompagna questi momenti. Servono ottimismo e allegria per far vedere all'allenatore e ai tifosi che vogliamo fare qualcosa di importante». La partita contro il Milan di sabato sarà decisiva: «se sabato troveremo il grimaldello per cambiare rotta e inanellare episodi positivi allora questa stagione non sarà come quella dell'anno scorso. Se non ci dovesse essere questa forza evidentemente ripeteremo una stagione che nessuno voleva ripetere». Comunque, non c'è una sola causa di questa situazione: «quando avvengono periodi simili ci sono tanti motivi. Abbiamo sbagliato partite importanti - ha spiegato Buffon - come Lecce e Bologna. Non esistono rimedi istantanei. L'unica cura è lavorare, migliorarsi e non farsi abbattere dalla negatività».

Vuoi commentare o votare questo articolo? Registrati subito!

Rispondi

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd> <b> <br>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.

Copyright © 2008/2009 Kines S.r.l. - C.F. e P.IVA: 02970240160